ico.pdf

Manuale per l’accreditamento

Download del manuale…

IL CENTRO DI OSSERVAZIONE E DIAGNOSI DI VALLECCHIO
Tempi brevi e attenzione alla qualita’ dell’intervento terapeutico.
Il progetto, nato sperimentalmente nell’anno 2002 su sollecitazione dell’Azienda U.S.L. di Rimini e definito inizialmente “Centro di Osservazione e Terapia breve”, dal 2005 è stato riconosciuto dalla Regione Emilia Romagna come Centro di Osservazione e Diagnosi di Vallecchio, destinato al trattamento delle patologie derivate da abuso di sostanze psicotrope e finalizzato a dare risposte rapide ed a fornire diagnosi in un arco temporale che non supera i tre mesi.

Contatti

Centro Osservazione e Diagnosi di Vallecchio
Responsabile: dott. Sandro Poggi
Tel. Comunità di Vallecchio (via Vallecchio n.10, Montescudo – RN): 0541.984293
Recapiti Uffici Rimini (via Portogallo n. 10). Tel.: 0541.743030 – Fax: 0541.743232
E-mail: cod.vallecchio@coopcentofiori.itsandro.poggi@coopcentofiori.it

Le tipologie d’utenze che possono accedere a questo tipo di programma sono:

Casi di abbandoni e/o ricadute dopo un programma terapeutico

Altre situazioni di dipendenza patologica

Casi di doppia diagnosi

Situazioni con grosse conflittualità familiari

Il Programma Terapeutico
L’organizzazione della terapia prevede un trattamento che ha momenti e modalità diversi:

1. All’ingresso un primo colloquio psicologico ed una prima visita medica e/o psichiatrica per la valutazione dell’eventuale terapia farmacologica. Il colloquio, che ha finalità diagnostica-terapeutica, è ripetuto con cadenza settimanale.
2. Dopo i primi giorni di permanenza nel centro è previsto un colloquio familiare (ove possibile), da ripetersi più volte durante il trattamento, secondo le esigenze del caso.
3. Nelle prime settimane al paziente vengono somministrati test psicologici a scopo di approfondimento diagnostico.
4. Durante le riunioni dell’équipe terapeutica il caso viene valutato ed inquadrato ai fini di una diagnosi operativa, attuata con i criteri dell’ICD10 (come richiesto dalla regione Emilia Romagna).
5. Al termine della fase di osservazione e trattamento il paziente è dimesso con un’indicazione per l’eventuale trattamento successivo se ritenuto necessario.

L’Équipe Terapeutica
Nella gestione della terapia i casi trattati sono valutati da un’équipe di esperti composta da:

– Uno psicoterapeuta della Coop. Soc. “Cento Fiori”, responsabile della struttura.
– Cinque educatori professionali della Coop. Soc. “Cento Fiori”.
– Una sociologa coordinatrice della Coop. Soc. “Cento Fiori”.
– Due psicoterapeuti della Coop. Soc. “Cento Fiori”.
– Due medici psichiatri collaboratori (uno dei due è anche psichiatra del Ser.T. di Rimini).
– Un infermiere.

La Struttura e la Gestione

La struttura del C.O.D. è collocata nell’entroterra riminese in località Vallecchio di Montescudo (RN), nell’omonima sede operativa, adiacente alla Comunità Terapeutica gestita, anche quest’ultima, dalla Coop. Soc. Cento Fiori.
Nella gestione della quotidianità c’è la collaborazione tra le due équipe: quella della Comunità Terapeutica e quella del Centro Osservazione e Diagnosi. La collaborazione consiste operativamente nella possibilità di usufruire di alcuni servizi (cucina, lavanderia, attrezzature sportive, ecc.) in modo comune alle due strutture, oltre ad avere la possibilità di un’osservazione più ampia possibile.

Infatti, l’osservazione della quotidianità – atteggiamenti, modalità relazionali, schemi mentali – offre del materiale di riflessione e di analisi consentendo un primo lavoro sulla persona al fine di favorire la modificazione di alcuni aspetti personologici.
Gli obiettivi principali di tale lavoro sono:
– Comprensione di se stessi.
– Capacità di assumersi delle responsabilità.
– Favorire un processo di adattamento attivo alla realtà.

I casi del C.O.D. vengono trattati e seguiti individualmente, per cui ciascun utente ha un educatore, uno psicoterapeuta e psichiatra di riferimento all’interno dell’équipe terapeutica. Ciò significa che ogni utente stipula un contratto terapeutico nel quale fissa gli obiettivi da raggiungere durante la permanenza nel centro e, al tempo stesso, s’impegna a conformare il proprio comportamento alle regole di gestione interna del Centro.

Criteri di Accessibilità al Programma
I criteri di accesso al C.O.D. sono i seguenti:
– Il centro può accogliere utenti sia di sesso maschile sia femminile.
– Il centro è rivolto a persone non aventi patologie acute in atto.
– L’accesso al centro è subordinato alla verifica – con colloqui- dell’idoneità del caso da parte dell’équipe. I suddetti colloqui sono volti anche ad informare il soggetto circa il funzionamento, le finalità ed il regolamento del centro. I colloqui non si svolgono nella sede operativa di Vallecchio, bensì nella sede centrale di Rimini della Coop. Soc. Cento Fiori.
– Gli inserimenti sono concordati sia con servizi e/o strutture pubblici (Aziende Unità Sanitarie Locali) che con soggetti privati.
Gli Strumenti Utilizzati
Le modalità cliniche utilizzate sono:
– I colloqui settimanali con lo psicoterapeuta – che possono essere a carattere interpretativo e di approfondimento delle problematiche oppure di sostegno, secondo le necessità e le possibilità psicologiche dell’utente.
– I tests psicologici. Quello più utilizzato è l’MMPI 2 ma all’occorrenza si ricorre anche allo SCID 1 e/o allo SCID 2 e/o al Rorschach e altri tests.
– I colloqui settimanali con lo psichiatra per il controllo della terapia psico-farmacologica e/o l’eventuale detossicazione.
– I gruppi: uno a carattere terapeutico, dove ciascun utente ha la possibilità di parlare dei propri problemi in gruppo; uno a carattere organizzativo, dove si può parlare delle problematiche legate alle “regole” e alla convivenza.
– Gli incontri familiari dove la famiglia di origine, e/o acquisita, c’è ed è disponibile viene impostato un lavoro che può essere di sostegno e di orientamento per l’intero nucleo; oppure può assumere il carattere di una vera e propria terapia della famiglia laddove sussistano le possibilità.