La nostra struttura è Cooperativa Sociale ONLUS con la divisione delle proprie attività in: attività di tipo A rivolte alla persona e attività di tipo B finalizzate alla inclusione lavorativa di persone con diverse abilità. Le attività lavorative della cooperativa impegnano manodopera professionale e proveniente dall’area del disagio. Ad oggi la percentuale di manodopera diversamente abile supera il 40% dei dipendenti assunti.
Molte delle attività lavorative ospitano anche utenti delle attività terapeutiche in iniziative di formazione o riabitudine al lavoro.

Il lavoro crea le condizioni per uscire dalla marginalità, significa poter contare su un reddito che permette di superare la soglia della sopravvivenza, emancipandosi dalla assistenza pubblica o da precari lavori di strada; consente di acquisire un ruolo, quello di lavoratore, socialmente riconosciuto, favorendo il senso di appartenenza alla parte attiva di una comunità.

L’impegno quotidiano nell’attività lavorativa consente di stimolare la riscoperta e lo sviluppo delle competenze, favorendo l’autostima e la consapevolezza di sé.
La promozione e la realizzazione di percorsi di integrazione socio-lavorativa rappresenta per la collettività un vantaggio in termini di coesione sociale, ma anche di carattere economico. L’inserimento al lavoro del disabile permette infatti che la persona da utente diventi un lavoratore, che da soggetto passivo destinatario di politiche assistenziali diventi un soggetto attivo, produttore di reddito.

L’attività della Cooperativa ha effetti sul territorio in cui opera migliorando la qualità della vita delle persone coinvolte nella cooperativa stessa, ma anche su altri soggetti della comunità.